• Registrazione

Login



Registrazione

*
*
*
*
*

I campi contrassegnati con l'asterisco (*) sono obbligatori.

IL BREVETTO COME FONTE DI DOCUMENTAZIONE TECNICA

Con le più recenti possibilità offerte dalle banche dati brevettuali disponibili on-line, è possibile ottenere in modo rapido e selettivo una notevole quantità di informazioni.

Alcuni esempi di ricerche, che possono essere effettuate utilizzando la letteratura brevettuale e che presentano un interesse strategico per l'impresa, sono:

1) accertare lo stato della tecnica in un determinato settore, per verificare se esistono brevetti che possano ostacolare la fabbricazione o la commercializzazione di un determinato prodotto o dispositivo, o l'utilizzazione di un determinato processo industriale;

2) accertare lo stato della tecnica per orientare le ricerche e gli studi che s’intendono effettuare in un determinato settore tecnologico, evitando così di ricercare qualcosa che sia già stato inventato da altri, oppure di seguire filoni di ricerca che siano già sbarrati dall'esistenza di brevetti di terzi oppure infine per determinare quali soluzioni possano essere liberamente utilizzate, in quanto oggetto di brevetti scaduti;

3) accertare in quale direzione si stia muovendo la concorrenza in uno specifico settore; infatti, le domande di brevetto sono depositate molto prima dell'immissione sul mercato dei relativi prodotti e quindi un’indagine condotta sulla letteratura brevettuale permette di conoscere con anticipo quali sono le linee di tendenza seguite dalla concorrenza a livello internazionale (monitoraggio). Questi sono solo alcuni esempi di come la documentazione brevettuale sia uno strumento prezioso, a volte unico, per raggiungere obiettivi anche vitali per una corretta pianificazione della politica e della strategia di un’impresa.

Questa ricerca si può fare anche nella Camera di Commercio di Lucca, presso l’Ufficio Marchi e Brevetti, punto PIP (Patent Information Point – Punto Informazione Brevettuale).