• Registrazione

Login



Registrazione

*
*
*
*
*

I campi contrassegnati con l'asterisco (*) sono obbligatori.

NOZIONE DI BREVETTO

La parola brevetto deriva dal latino brevis, di corta durata, che nel latino medioevale aveva assunto il significato di un documento redatto da un notaio per conservarne memoria e provare la conclusione di un negozio, dando origine al medioevale francese bref ed inglese brief, con il senso di breve scritto, e infine agli attuali diminutivi brevet, in francese, e brevetto, in italiano. L’etimologia della traduzione inglese di brevetto, patent, ha privilegiato invece l’altro aspetto fondamentale di quest’istituto in quanto deriva dal latino patens, participio presente di patere, che sottolinea il fatto di essere aperto, accessibile al pubblico. Il brevetto è un documento tecnico-legale, costituito sostanzialmente da una relazione tecnica, nella quale viene descritto dettagliatamente quanto costituisce oggetto della protezione. Ha lo scopo di individuare esattamente l’invenzione, di renderne pubblica la descrizione e di consentirne la riproduzione da parte di qualsiasi terzo interessato. La libera utilizzazione del brevetto da parte di terzi potrà avvenire comunque solo dopo la scadenza del termine di efficacia previsto per legge. Il brevetto assicura all’inventore il diritto esclusivo di attuare quanto descritto nel documento e di disporne per un determinato periodo di tempo, nell’ambito del territorio dello Stato che lo concede. Più in particolare il diritto di esclusiva garantito dal brevetto consiste nel diritto di produrre, utilizzare, vendere e, in termini più ampi, di trarre in qualsiasi modo profitto da ciò che viene descritto nel brevetto. Con il termine brevetto nel linguaggio comune ci si riferisce solitamente al brevetto per invenzione industriale. In realtà l’ordinamento giuridico italiano prevede altri due tipi di brevetto: il brevetto per modello di utilità e il brevetto per modelli o disegni ornamentali. Come vedremo meglio nel seguito l’ invenzione industriale è la soluzione nuova ed originale ad un problema tecnico, il modello di utilità è una soluzione nuova che conferisce una particolare efficacia o comodità di impiego a macchine od oggetti già esistenti, il modello o disegno ornamentale presenta una caratteristica nuova, che conferisce un particolare e distintivo ornamento ad oggetti industriali.