• Registrazione

Login



Registrazione

*
*
*
*
*

I campi contrassegnati con l'asterisco (*) sono obbligatori.

I REQUISITI PER IL MANTENIMENTO

A seguito della concessione del brevetto, per mantenere i diritti di esclusiva conseguiti, il titolare deve provvedere:

a) al pagamento delle tasse annuali;

b) all'attuazione del brevetto.

Il brevetto, dopo il rilascio, decade se non vengono pagate le tasse annuali di rinnovo; difatti ogni anno occorre pagare una tassa, entro il mese corrispondente a quello di deposito, allo scopo di mantenere in vita il brevetto per l'anno successivo. Nella tassa di deposito, e di pubblicazione sono comprese le prime quattro annualità (5 per i modelli). Il pagamento è comunque possibile con una penale nei sei mesi successivi alla scadenza. E’ prevista una riduzione del 50% delle annualità, successive alla terza, al titolare che offre il proprio brevetto in licenza non esclusiva. E’ inoltre possibile pagare, in un’unica soluzione, entro sei mesi dall'avvenuta concessione del brevetto, le annualità successive alla terza. In difetto del pagamento entro il citato termine il brevetto decade. Per quanto riguarda il secondo aspetto, l’onere di attuazione , l’invenzione industriale che costituisce oggetto del brevetto deve essere attuata entro tre anni dalla concessione del brevetto, e la sua attuazione non deve essere sospesa per più di tre anni consecutivi. Qualora il titolare, o i suoi licenziatari, non provvedano entro i termini previsti alla fabbricazione e vendita dell'invenzione brevettata, può essere concessa licenza obbligatoria dell’invenzione, a favore di ogni interessato che ne faccia richiesta. In caso di persistente difetto di attuazione è prevista la decadenza del brevetto. Va infine segnalata una recente e rilevante modifica al regime delle licenze obbligatorie, la quale considera l'importazione del prodotto oggetto del brevetto, da un qualsiasi Stato aderente alla World Trade Organization (WTO), quale ipotesi sufficiente di attuazione di un’invenzione. Alla scadenza del termine di efficacia previsto dalla legge (ricordiamo in Italia 20 anni dalla data di deposito della domanda per le invenzioni industriali, 25 per i disegni e modelli, 10 per i modelli di utilità), il brevetto diventa di pubblico dominio e non può essere rinnovato.