• Registrazione

Login



Registrazione

*
*
*
*
*

I campi contrassegnati con l'asterisco (*) sono obbligatori.

CIRCOLAZIONE E CONTITOLARITÀ

Contrariamente a quanto avveniva sotto la normativa precedente, attualmente la circolazione del marchio ora è libera, vale a dire del tutto svincolata dalla cessione dell’azienda o di un ramo di questa. E’ un’ulteriore affermazione che il marchio ha acquisito ormai il carattere di bene autonomo.
Il marchio può essere trasferito per la totalità dei prodotti o servizi per cui è stato registrato o solo per una parte di essi, a condizione che dal trasferimento parziale non derivi un inganno per il pubblico, cioè a condizione che i prodotti o servizi presentino gli stessi caratteri che hanno determinato le scelte dei consumatori verso i prodotti o servizi precedenti.
Il titolare provvede al trasferimento dei diritti inerenti le registrazioni di marchio essenzialmente attraverso i contratti di cessione e licenza (quest’ultimo non è soggetto a registrazione). Ulteriori contratti concernenti la circolazione di tali privative vanno considerati: la costituzione di usufrutto, il conferimento in società, l'eredità e gli atti di esecuzione individuale o concorsuale. I citati contratti sono soggetti a registrazione tramite nota di trascrizione.